idf/AR - il blog delle artiste #3 - Agriturismo Podere La Fornace

La residenza è finita formalmente da qualche giorno.
Forse è presto per tirare le somme, perché per avere una visione lucida di qualcosa è meglio vederla da lontano, come tutte le cose.
Quello che mi sento di dire a pochi giorni di distanza è che è stata una bella esperienza, una boccata di aria fresca in un periodo in cui non si può dare nulla per scontato. Poter lavorare ugualmente e per di più con una certa tranquillità è stato magnifico, un piccolo ritorno alla normalità, nonostante il silenzio raggelante intorno.
Sono stati essenziali anche i momenti di condivisione con le mie “compagne di viaggio”, altra cosa che mancava da ormai mesi.
Sono anche abbastanza contenta del mio lavoro, di come ho affrontato tematiche inedite per me: rendermi conto che nonostante tutto sono in grado di lasciarmi andare, e sono capace di abbandonare il razionalismo imperante nella mia testa.
Spero di fare tesoro di questa esperienza nel futuro, per lasciarmi andare a una poetica nuova e diversa anche in futuri lavori, perché ormai ho visto che ne sono in grado. Questa è sicuramente la cosa più grande che mi porto a casa.

Luana Rigolli

Siamo tornate in fretta a casa senza celebrare la fine come rito di passaggio. A posteriori direi che era necessario, avremmo celebrato una fine inesatta. Me ne sono resa conto solo dopo che l’acqua aveva messo in moto un processo che continua tutt’ora, fuori dal mio controllo. Sono caduta di nuovo nella pancia del lago, prima di andarmene. Il mulinello mi ha inghiottita e risucchiata dentro di sé con la sua forza concentrica fino a farmi sedimentare sul fondo. Ho gli occhi appannati e devo andarmene. Non posso più tornare in superficie. Poi mi ritrovo nel mio habitat quotidiano, è qualche giorno che sono qui, ho lasciato l’acqua ed i sogni notturni, non sento più niente. Ritrovarmi a scrivere di quello che è stato mi sembra strano e surreale, quasi non fosse mai successo o fosse lontano anni luce, come una realtà parallela a cui ho avuto la possibilità di accedere, ma solo per qualche secondo. Torneremo mai lì?

Jessica Raimondi

Pin It on Pinterest

Share This

Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/laforna/public_html/wp/wp-includes/functions.php on line 5107